Corretto utilizzo dell’ozono per la sanificazione degli ambienti

Stanzani_ozono-per-la-sanificazione-degli-ambienti_copertina
La situazione epidemiologica correlata al COVID19 ha creato una grande richiesta di servizi, di prodotti e di tecnologie per la sanificazione e la disinfezione degli ambienti.

La situazione epidemiologica correlata al COVID19 ha creato una grande richiesta di servizi, di prodotti e di tecnologie per la sanificazione e la disinfezione degli ambienti.

Tra le varie tecnologie proposte c’è l’uso dell’ozono, composto noto per le proprietà ossidanti nei confronti dei microrganismi e generato da apparecchiature mobili.

Ma quali sono gli aspetti normativi e tecnici sull’impiego dell’ozono?

L’utilizzo corretto dei generatori di ozono è dettato dal loro manuale d’uso e di manutenzione: non respirare l’ozono prodotto dal generatore, assicurarsi che occhi e naso siano lontani dal getto diretto e non soggiornare negli ambienti mentre il dispositivo è in funzione.

È necessario controllarne le concentrazioni: se basse, l’ozono può irritare le mucose delle prime vie aeree, ma a concentrazioni maggiori e con esposizioni maggiori, può provocare perdite temporanee della vista, mal di testa e irritazioni del sistema polmonare più profondo (trachea, polmoni).

Per questo è fondamentale un approccio professionale a questa tecnologia!

ULTIMI ARTICOLI DAL BLOG

Giornata mondiale dell’acqua

Ieri, in occasione della Giornata Mondiale dell’Acqua, abbiamo installato presso la nostra sede due nuovissimi erogatori di acqua a rete idrica con l’obiettivo di un consumo d’acqua più consapevole e sostenibile.

Leggi tutto »